GTO srl

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:


Chord Electronics presenta Qutest, il DAC
compatto più avanzato al mondo




9 gennaio 2018, CES, Las Vegas: Chord Electronics lancia il più avanzato DAC compatto sul mercato: Qutest. L’apparecchio utilizza la medesima tecnologia FPGA sviluppata da Robert Watts per il Chord Hugo2. Oltre alle eccellenti caratteristiche tecniche Qutest include varie novità rispetto al predecessore 2Qute, tra cui un cabinet in alluminio ottenuto dal pieno ed i comandi posti finalmente sul pannello frontale.

Disponibile in Italia a partire dalla fine di gennaio 2018 al prezzo di listino IVA compresa di € 1.399


Qutest utilizza la medesima, pluripremiata architettura interna che ha decretato il successo dell’Hugo2, mantenendo il filtro selezionabile dall’utente per variare la risposta in frequenza e la versatilità dei vari ingressi. Grazie all’assenza dell’uscita cuffia, delle batterie interne e della funzione crossfeed il prezzo è molto più contenuto rispetto a quello dell’Hugo2.
Qutest è l’ultima evoluzione del DAC da tavolo più economico di casa Chord, il 2Qute. Rispetto al predecessore è migliorata la versatilità grazie alle molteplici possibilità di collegamento: l’apparecchio dispone infatti di un ingresso USB-B isolato galvanicamente, un ottico Toslink e due digitali coassiali, permettendo un immediato miglioramento di qualsiasi impianto anche se collegato alle sorgenti digitali più datate.  Gli ingressi digitali coassiali sono compatibili con la connessione dual data ad altre sorgenti Chord come la nuova meccanica CD BLU MkII, che grazie alla tecnologia M scaler effettua un sovracampionamento del segnale fino a 705/768 Khz.
L’alimentazione del Qutest avviene attraverso un connettore standard Micro USB a 5 Volt. Ie massime risoluzioni in ingresso supportate sono:   fino a 32-bit/768kHz PCM e DSD512 attraverso l’ingresso USB-B, 24-bit/384kHz PCM e DSD128 via coassiale (BNC) e 24-bit/192kHz via ottico TOSLink.
L’ ingresso USB isolato galvanicamente utilizza una nuova tecnologia che permette di accettare segnali fino a 768 KHz. L’installazione non necessita di driver con apparecchi Apple ed Android, mentre il collegamento a PC Windows richiede driver ASIO dedicati forniti dalla stessa Chord.
Il cabinet del Qutest è completamente nuovo ed è ottenuto da un blocco di alluminio aeronautico lavorato con tecnologia CNC. La massa e la rigidità aumentata rispetto al 2Qute permettono un maggiore isolamento della scheda interna dalle vibrazioni. L’estetica è stata curata dal proprietario e capo progettista di Chord, John Franks: è infatti presente la classica finestra circolare in vetro che caratterizza gran parte dei prodotti del marchio inglese. Le due sfere poste sul frontale permettono di selezionare gli ingressi e la risposta in frequenza, con colori variabili che comunicano all’utente l’ingresso selezionato e la tipologia di segnale. L’intensità luminosa è regolabile a piacere, mentre è stata aggiunta un’utilissima funzione per selezionare il livello dell’uscita analogica tra 1, 2 e 3 Volt RMS.
L’ultima versione della tecnologia FPGA e gli avanzatissimi filtri WTA (Watts Transient Aligned) sono stati implementati nel Qutest, con conseguente miglioramento di tutti i parametri rispetto al 2Qute. Questi variano da un aumento dell’accuratezza e della gamma dinamica fino ad un’ulteriore riduzione del rumore di fondo. Il numero degli stadi, che indica la complessità del filtro di interpolazione, è più che raddoppiato rispetto al 2Qute, raggiungendo nel Qutest il valore di 49.152.
Il filtro a quattro posizioni, selezionabile tramite l’apposito pulsante, permette diverse modellazioni della risposta in frequenza, con la possibilità di scegliere tra un suono caldo e morbido oppure trasparente ed incisivo.
 
Caratteristiche tecniche
Risposta in frequenza: 20-20 kHz +/- 0.2dB
Numero di stadi: 49,152
Gamma dinamica 124 dB AWt
THD: 0.0001% 1 kHz 2.5V RMS 300 ohms
THD and noise at 2.5v RMS ref 3V: -117dB 300 ohms AWt
Separazione tra I canali: 138 dB a 1kHz 300 ohms
USB ad isolamento galvanico
Modulazione del rumore: non misurabile
Ingressi:
1x ottico TOSLink fino a 24-bit/192kHz
2x BNC coassiali fino a  24-bit/384kHz (modalità dual data fino a 768kHz per funzionamento in modalità  M-Scaler)
1x HD USB-B galvanicamente isolate, bitrate fino a i32-bit/768kHz e DSD512

Uscite:
1x (coppia) stereo RCA: 1, 2 e 3V RMS
Per maggiori informazioni:
www.chordelectronics.co.uk



Il nuovo lettore portatile Poly di Chord Electronics
trasforma qualsiasi smartphone in un lettore
 musicale di altissima qualità




19th ottobre 2017, Kent, Inghilterra: Chord Electronics presenta Poly, un avanzatissimo e microscopico streamer che si connette al DAC Mojo per riprodurre musica in modalità wireless attingendo da molteplici sorgenti, il tutto controllabile facilmente tramite smartphone.

Disponibile in Italia a partire dal 19 ottobre 2017 al prezzo di listino IVA compresa di € 599

Poly è un inedito dispositivo portatile con caratteristiche uniche sul mercato mondiale. In abbinamento al DAC Mojo permette di ascoltare musica con qualità eccezionale, sia a casa che in movimento attingendo in modalità wireless a librerie oppure ai files contenuti nella scheda Micro SD inseribile nell’apposito slot. Il controllo completo tramite smartphone attraverso le app più diffuse permette di riprodurre la musica in maniera semplice ed immediata.

Poly si connette direttamente al pluripremiato DAC Mojo migliorando enormemente la riproduzione musicale. Qualsiasi dispositivo Android o Apple permette il controllo totale dell’apparecchio, mentre l’accoppiata Poly-Mojo si occupa della riproduzione della musica alla migliore qualità possibile. Poly può essere controllato anche da un computer o un tablet e può accedere a librerie esterne immagazzinate su dispositivi esterni, siano essi lo stesso smartphone, un NAS o un computer. Attraverso la doppia uscita del Mojo il segnale audio può essere inviato ad una cuffia, ad un sistema hi fi domestico o per auto collegandolo all’ingresso AUX (se presente).

Poly si connette alle reti Wi-Fi, compresi gli hotspot portatili, ed è in grado di memorizzare molteplici reti, collegandosi automaticamente quando ne rileva la presenza. È provvisto anche di connettività Bluetooth 4.1, Airplay e DLNA, permettendo l’ascolto senza interruzione sia in casa che all’aperto. Poly può anche essere utilizzato in modalità Hotspot, qualora l’ascoltatore si trovi in zona non servita da rete mobile o wi fi. La batteria interna al litio polimero permette un’autonomia fino a 9 ore con un tempo di ricarica di circa 4 ore. Poly e Mojo possono essere ricaricati simultaneamente con un unico cavo micro USB.

L’accoppiata Poly-Mojo rende superfluo l’acquisto di costosi lettori digitali grazie alla capacità di riprodurre tutti gli attuali formati ad alta risoluzione, alla qualità del convertitore ed allo slot che accetta schede Micro SD di qualsiasi capacità. Inoltre, immagazzinando le librerie all’interno del Poly è possibile liberare prezioso spazio di memoria nel vostro smartphone. Poly supporta tutti I più recenti files ad alta risoluzione: PCM fino a 768kHz e DSD da 64 fino a 256 (Quad-DSD). I formati supporttati ACC, WAV, FLAC, AIFF, OGG VORBIS, ALAC, WMA e MP3.

Poly dispone anche della funzionalità di aggiornamento automatico, permettendo di avere sempre installato il firmware più recente. Gli aggiornamenti previsti in futuro offriranno Spotify e Tidal nativi, mentre la app GoFigure in uscita a breve permetterà una facile ed immediata configurazione di Poly.

Come nel caso del DAC Mojo, Poly è interamente progettato e realizzato in Inghilterra. Il cabinet è realizzato partendo da un blocco di alluminio lavorato dal pieno anodizzato nero con serigrafie al laser. È disponibile in opzione una custodia dedicata per proteggere entrambi gli apparecchi pur mantenendo il pieno controllo delle funzionalità.

Caratteristiche e specifiche tecniche:
• Batteria: Ricaricabile LiPo (Litio Polimero) da 2200mAh; autonomia: oltre 9 ore
• Tempo di ricarica: inferiore a 4 ore, presa Micro USB da 2 Ampère. Poly e Mojo si ricaricano simultaneamente attraverso il circuito di ricarica rapida di Poly
• Connectività: Bluetooth 4.1 e Wi-Fi 2.4GHz
• Storage: Micro SD senza limitazioni di capacità, riproduzione attraverso app MPD/DLNA e Bluetooth in assenza di copertura Wi-Fi.
• Possibilità di riproduzione: DNLA, AirPlay e Bluetooth 4.1
• Formati supportati: tutti I più diffusi compresi ACC, WAV, FLAC, AIFF, OGG VORBIS, ALAC, WMA e MP3
• Frequenze di campionamento PCM supportate : 44.1kHz, 48kHz, 88.2kHz, 96kHz, 176.4kHz, 192kHz, 358.8kHz, 384kHz,717.6kHz e 768kHz
• Frequenze di campionamento DSD via DoP: DSD64 – DSD256 (Quad-DSD); DSD da SD card
• Dispositivi supportati: smartphone e tablet iPhone, iPad, Android, computer Windows e Mac OS X.
• Dimensioni: 50mm (L) x 62mm (P) x 22mm (A)
• Aggiornameto aoutomatico via internet
• Modalità hotspot: Poly può creare un hotspot in assenza di copertura wi fi o rete mobile
• Access Point integrato: permette la configurazione di numerose reti (fino a 32)
• Riproduzione Bit-perfect
• Server e renderer DLNA (da SD card); Server SMB (da SD card); riproduttore MPD (SD Card)




AURALIC presenta la linea Premium G Series



High End – Monaco - Germania – 18 Maggio 2017 – La tecnologia dell’audio high end si sta evolvendo con una rapidità mai vista prima: AURALIC non solo sta al passo con i tempi ma addirittura li precorre con la sua nuova linea Premium, denominata G Series. I nuovi prodotti sono realizzati intorno alla nota architettura Lightning Streaming, con la novità dell’avanzatissimo protocollo di comunicazione proprietario Lightning Link che innalza le già eccezionali prestazioni dei prodotti AURALIC
Nel corso del 2017 verranno presentati ben quattro prodotti appartenenti alla linea G Series: si tratta del lettore di rete ARIES G2, del processore con upsampling SIRIUS G2,  del DAC VEGA G2 e dell’unità di sincronizzazione Femto reference Clock LEO G2. “I componenti della catena G2 lavorano tra loro in totale sintonia per creare la sorgente per la riproduzione di files musicali più avanzata attualmente disponibile, in grado di accontentare anche gli appassionati più esigenti”, dichiara il CEO di Auralic Xuanqian Wang, “L’Aries G2 e il Vega G2 mantengono i medesimi elementi innovativi che ne hanno decretato l’indiscusso successo nelle loro categorie di appartenenza, ma le analogie finiscono qui. Prestazioni e tecnologia migliorate, un nuovo approccio all’isolamento dei componenti, le possibilità di funzionamento e la versatilità aumentate, unitamente a possibilità di controllo e collegamento finora sconosciute pongono i nuovi prodotti in una classe a sé stante”.

ARIES G2 Streaming Transporter
L’ ARIES G2 Streaming Transporter connette in modalità wireless il Vostro Sistema audio alle varie  sorgenti di musica digitale, dai dischi di rete o USB fino ai vari servizi di streaming e alle radio internet. È possibile installare all’interno un hard disk da 2,5” tradizionale o a stato solido per fare dell ARIES G2 un music server a tutti gli effetti con una libreria interna condivisibile in rete. L’apparecchio oltre ad essere velocissimo e ricco di funzionalità ha una costruzione caratterizzata da un elevatissimo isolamento galvanico e da un’alimentazione ultralineare ad altissima precisione per garantire un’impeccabile trattamento del segnale digitale. L’ARIES G2 usufruisce per la prima volta del doppio Femto Clock e del cabinet in alluminio ricavato dal pieno: queste ed altre esclusive caratteristiche fanno di questo apparecchio una sorgente musicale che stabilisce nuovi standard nella riproduzione di musica in formato digitale.  
L’ARIES G2 è un dispositivo che permette di riprodurre files musicali fino alle risoluzioni più elevate, rendendole disponibili in modo assolutamente preciso e privo di disturbi alle varie uscite digitali da collegare ad un DAC esterno. Tali uscite vanno dalla nuova connessione proprietaria Lightning Link fino all’USB2 high speed, all’AES/EBU, al digitale coassiale ed all’ottico Toslink. Il processore al suo interno è oltre il 50% più veloce rispetto all’attuale Aries, mentre la memoria di sistema è raddoppiata: tutto questo si traduce nella capacità di gestire senza problemi segnali con risoluzioni fino al DSD512 e PCM  a 32 bit/384kHz, oltre ad una maggior stabilità per evitare fastidiosi dropouts nella riproduzione.
L’infrastruttura Lighning Streaming permette di condividere la libreria in tutta la vostra rete, con alcune interessanti caratteristiche come le l’immagazzinamento delle playlist, la cache interna della memoria, la riproduzione multi room bitperfect e totalmente gapless. È possibile controllare l’ARIES G2 tramite l’applicazione per iOS Lightning DS ma anche tramite la comoda interfaccia web da qualsiasi apparecchio munito di browser. Oltre alla compatibilità Airplay, il prodotto è anche un endpoint certificato Roon Ready. Tutte queste caratteristiche fanno dell’ARIES G2 uno degli apparecchi più versatili sul mercato.
L’ ARIES G2 Streaming Transporter sarà disponibile a partire da settembre 2017 al prezzo di € 4.199 IVA inclusa con hard disk interno opzionale, che può essere installato in fabbrica oppure direttamente dal cliente.
 
VEGA G2 Streaming DAC
Il VEGA G2 Streaming DAC non è solo un convertitore in grado di gestire senza problemi tutti gli attuali formati digitali ad alta risoluzione, fino al DSD 512 e al PCM 32bit/384 kHz, ma anche un completo streamer di rete per la gestione dei vari formati di musica digitale disponibili. Rispetto al VEGA originale, il G2 è stato completamente ridisegnato intorno alla nuova AURALIC TESLA PLATFORM che si occupa di bufferizzare, processare e regolare attentamete il segnasle da inviare al chip di conversione. Per la prima volta troviamo un DAC che opera in maniera totalmente indipendente dalla frequenza del segnale in ingresso: il VEGA G2 immagazzina i dati in ingresso in modo tale da non dover agganciare la frequenza del segnale d’origine. I doppi 72 Femto Master Clocks lavorano con assoluta precisione al fine di ottenere un segnale digitale praticamente privo di jitter. Il cuore del sistema è un processore Quad-Core A9, supportato da 1 gb di RAM DDR3 e 4 Gb di storage per una velocità di calcolo 25 volte più veloce del suo predecessore. A questo si aggiunge l’isolamento galvanico tra i componenti che permette una trasmissione dei segnali tra i componenti priva di interferenze, grazie anche all’alimentazione ultralineare a bassissimo rumore.
Altra interessantissima caratteristica è l’attenuatore d’uscita completamente passivo, realizzato con una rete di resistenze ad alta precisione progettata dalla stessa AURALIC. Il consumo di corrente di questo attenuatore è ovviamente pari a zero, che significa anche zero interferenze sul segnale. Questo particolare riflette la cura maniacale con cui è stato progettato e realizzato l’apparecchio. Lo stadio d’uscita analogico Orfeo in classe A restituisce un segnale assolutamente perfetto e fedele all’originale.
La tecnologia AURALIC Lighnin Streaming permette al VEGA G2 di essere un lettore di rete a tutti gli effetti: se connesso ad una rete sono disponibili tutte le funzioni di streaming. È possibile controllare il VEGA G2 tramite l’applicazione per iOS Lightning DS ma anche tramite la comoda interfaccia web da qualsiasi apparecchio munito di browser. Il prodotto è anche un endpoint certificato Roon Ready.
Il VEGA G2 Streaming DAC sarà disponibile a partire da settembre 2017 al prezzo di € 6.299 IVA inclusa.
 
 
Gli altri component della serie G2
Entro la fine del 2017 Auralic presenterà il processore con upsampling SIRIUS G2 e il LEO G2 Femto Reference Clock. Il primo è un potentissimo processore audio che può essere utilizzato anche con apparecchi di altre marche ma darà il meglio di sé in abbinamento ad apparecchi AURALIC. L’apparecchio permette di effettuare un sovracampionamento del segnale d’origine e di effettuare un’efficacie correzione acustica dell’ambiente.
Il LEO G2 va utilizzato in abbinamento ad altri apparecchi Auralic e permette, sfruttando la connesione Lightning Link, una gestione del clock con accuratezza assoluta, al fine di ottenere un segnale assolutamente esente da jitter per una qualità di riproduzione fino ad ora sconosciuta.

Il protocollo Lightning Link
Il Lightning Link è un sistema di connessione a basso jitter che lavora in modo bidirezionale a 18 Gbps e sfrutta la connessione hardware HDMI high speed. Questo protocollo permette di connettere I vari apparecchi in modalità jitter free, garantendo quindi la massimo qualità di trasferimento. Inoltre tutte le Informazioni di configurazione vengono condivise tra I dispositive, con la possibilità di controllare I vari componenti AURALIC come un unico apparecchio tramite l’applicazione Lightning DS.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu